Notizie

REGOLAMENTO PREVENZIONE E CONTRASTO PATOLOGIE DA GIOCO D'AZZARDO LECITO



REGOLAMENTO PER LA PREVENZIONE E IL CONTRASTO DELLE PATOLOGIE E DELLE PROBLEMATICHE LEGATE AL GIOCO D’AZZARDO LECITO

Il Consiglio Comunale del 20 novembre 2019 ha approvato il Regolamento per la prevenzione e contrasto delle patologie e problematiche legate al gioco d'azzardo.
L'obiettivo: garantire che la diffusione del gioco lecito sul territorio comunale, e nei locali dove si svolge, avvenga riducendo gli effetti negativi per la salute pubblica, l'economia familiare, la continuità affettiva e la serenità domestica, l’integrità del tempo di lavoro, la sicurezza urbana, il decoro e la viabilità. Una volontà politica che si traduce in azione al fine di limitare le conseguenze sociali dell’offerta di gioco su fasce di consumatori psicologicamente più deboli e, non secondariamente, di creare un argine a forme di dequalificazione territoriale e di infiltrazione criminale nell’economia cittadina quale ad esempio il prestito a usura per debiti contratti al gioco.

Sono oggetto del regolamento tutte le tipologie di gioco lecito, che prevedano vincite in denaro, quali il gioco attraverso apparecchi meccanici e congegni automatici, semiautomatici ed elettronici da trattenimento (singoli apparecchi/new slot e sale giochi tradizionali); gioco attraverso apparecchi collegati fra di loro, in tempo reale, sale VLT - videolottery - sale SLOT; scommesse su competizioni ippiche, sportive e su altri eventi. Non sono compresi i giochi definiti “proibiti” ed elencati in apposite tabelle predisposte dalla Questura. Per tali attività abusive si applicano le sanzioni previste dallo Stato per le specifiche violazioni.

"La nostra Amministrazione - spiega il Sindaco Valerio Primavori - intende disincentivare il gioco che, da compulsivo, sovente degenera nella dipendenza patologica, anche attraverso iniziative di informazione e di educazione. E' importante favorire la continuità affettiva-familiare, l’aggregazione sociale, che chi è affetto da patologia da gioco d'azzardo, tende ad abbandonare. La condivisione di un’offerta pubblica e gratuita pensata per valorizzare il tempo libero è sempre alla nostra attenzione, per promuovere relazioni positive, in mancanza delle quali è più facile che possano originarsi pericolose forme di disgregazione sociale".

Le procedure disciplinate dal Regolamento si basano sui principi della tutela dei minori; tutela degli utilizzatori, con particolare riferimento alla necessità di contenere i rischi connessi alla moltiplicazione delle offerte, delle occasioni e dei centri di intrattenimento aventi come oggetto il gioco d’azzardo; contenimento dei costi sociali, umani ed economici, derivanti dall’assiduità al gioco d’azzardo, con particolare riferimento alle ricadute negative che detta assiduità comporta nel contesto familiare e per la popolazione anziana, sia in termini di sovra-indebitamento (con possibile ricorso al prestito a usura) sia di auto segregazione dalla vita di relazione e affettiva; tutela della sicurezza urbana, del decoro urbano, della quiete della collettività.
L’Amministrazione si impegna, attraverso la raccolta e l’aggiornamento annuale dei dati, a monitorare puntualmente gli indicatori quanti-qualitativi descrittivi dell’incidenza del fenomeno su territorio e cittadini e ad adottare conseguentemente tutte le azioni che si rendessero necessarie.
Il regolamento determina il divieto dell’installazione di apparecchi per il gioco d'azzardo lecito in locali che si trovino a una distanza entro il limite massimo di 500 metri da istituti scolastici di ogni ordine e grado, luoghi di culto, impianti sportivi, strutture residenziali o semiresidenziali operanti in ambito sanitario o sociosanitario, strutture ricettive per categorie protette, luoghi di aggregazione giovanile e oratori. Non possono, inoltre, essere aperte sale dedicate o installati apparecchi per il gioco d'azzardo lecito nel raggio di 100 metri di distanza da sportelli bancari, postali o bancomat, da agenzie di prestiti, di pegno o da attività in cui si eserciti l’acquisto di oro, argento o oggetti preziosi, così come non possono essere installati bancomat nel raggio di 100 metri dalle sale dedicate o da dove sono installati gli apparecchi. L’installazione di apparecchi per il gioco d'azzardo lecito è, inoltre, vietata in circoli e associazioni di qualunque natura.

L’orario di apertura delle sale dedicate, nonché l’orario di funzionamento degli apparecchi da gioco, sono stabiliti dal Sindaco con specifica ordinanza.

Il regolamento avrà validità entro 45 giorni dalla pubblicazione della delibera.

Log in